MP Banner



Documento senza titolo
 
Log-in non effettuato - Loggati!
   
Azioni disponibili:
cerca Cerca cerca Log.in cerca Registrati
 
Posizione corrente:- RECENSIONI - In questa sezione potrai leggere e discutere a proposito delle prove degli ultimissimi modelli della produzione di serie o di fantastiche special
 
Link correlati:
 
Documento senza titolo

 
     
  Documento senza titolo
 
 
 
Aprilia RSV4: più potenza e traction control per il 2011?
   


STATISTICHE
Consultazioni: 3529
Risposte: 10
Autore: Der Bomber
La Aprilia RSV4 si prepara al suo secondo anno di listino, e con tutta probabilità riceverà un update meccanico abbinato al controllo di trazione disinseribile e, probabilmente, regolabile su diversi livelli. L’iniezione di potenza di 8 cavalli (per 186 cv totali) potrebbe essere fornita da un aumento del rapporto di compressione e da un impianto di scarico ridisegnato.

Hellforleather rimanda questi rumor ad una fonte interna ben informata, noi ci accodiamo al discorso segnalando l’avvistamento, nei dintorni di Noale, di un muletto RSV4R leggermente camuffato e dotato di parecchi accrocchi elettronici e sensori su varie parti della moto, scortato da due nuove Dorsoduro 1200. Qualcosa in pentola sta bollendo.

Fra le altre possibili modifiche, non si esclude la possibilità di una nuova rapportatura del cambio, con le prime tre marce accorciate e una corona da 42 denti, in sostituzione alla attuale da 40. Questo renderebbe la moto più pronta in accelerazione senza sacrificare allungo, garantito dalla potenza maggiorata.

Rimane stranamente esclusa la possibilità di un impianto ABS. La più diretta rivale S1000RR lo offre come optional, e Honda già da qualche tempo ha in listino una versione della CBR1000RR con il sistema antibloccaggio sportivo. Ci sembra plausibile una versione o un optional del genere anche per la massima espressione tecnologica del motociclismo sportivo Made in Italy.

da www.motoblog.it
  
 

 
 
Aprilia Tuareg 1200... forse all'EICMA?
   


STATISTICHE
Consultazioni: 1671
Risposte: 1
Autore: Der Bomber
Al Salone Internazionale del Motociclo di Milano (in programma dal 2 al 7 novembre) vedremo importanti novità presentate del Gruppo Piaggio. Lo ha confermato Roberto Colaninno la scorsa settimana presso lo Spazio Broletto durante l’inaugurazione dello Show Room milanese avvenuta in concomitanza con la presentazione della nuova Aprilia Dorsoduro 1200, della Moto Guzzi V7 Racer 2011. Nello stesso spazio è stata inoltre esposta la nuova Guzzi Norge GT 8V. E proprio dalla Dorsoduro 1200 prendiamo qualche spunto per spiare nel futuro del marchio Veneto. All’Eicma 2010 potremmo infatti vedere materializzarsi la tanto attesa endurona Aprilia da 1200cc, erede della Capo Nord e della storica Tuareg che tanti appassionati rese felici e fece innamorare nelle sue diverse cilindrate dalla 50 alla 600cc.

Il nome infatti potrebbe essere proprio Tuareg per discostarsi dalla Capo Nord con la quale non condividerebbe più neanche il propulsore, il precedente V2 di derivazione Rotax è infatti ormai uscito definitivamente dalla gamma Aprilia per far posto al nuovo V2 progettato interamente all’interno del Gruppo e realizzato negli stabilimenti di Pontedera.

Propulsore che sfrutta gran parte del basamento della Dorsoduro 750 (ampliamente sovradimensionato per questa moto proprio perché pensato come base “modulare” per futuri sviluppi) sarà proprio quello della nuova Dorsoduro che partendo da quello di più piccola cilindrata vede l’arrivo di un radiatore dell’olio e di una diversa disposizione dei cilindri con quello anteriore più a destra e quello posteriore più a sinistra (con schema quindi opposto rispetto a quanto visto sul 750).

Questo nuovo motore da 1200 che verrà installato anche sulla nuova Tuareg sembra garantire prestazioni al top con grande facilità e affidabilità, poiché secondo le dichiarazioni dei tecnici di Noale i 130CV della Dorsoduro sono stati ottenuti mantenendo bassa la potenza e cercando di privilegiare al massimo la coppia e il tiro ai bassi regimi. La nuova enduro Aprilia quindi si confronterebbe con la diretta concorrenza da 1.200cc (BMW GS e Yamaha Ténéré in primis) potendo contare su ottime prestazioni.

Dal punto di vista estetico si auspica una veste moderna e frizzante fuoriuscita dalla magica penna del designer Galluzzi, mentre dal punto di vista dinamico si punterà al massimo sulla stabilità e il comfort, per assecondare al meglio la vocazione prettamente turistica di questo tipo di moto. Non resta che sperare che il progetto Aprilia sia già in fase di avanzato sviluppo e che presto potremmo così osservare dal vero questa nuova endurona totalmente Made in Italy.

La vitalità del gruppo in questo periodo è sottolineata oltre che dalla Dorsoduro 1.200 anche dalla imminente presentazione in veste definitiva della tanto attesa Tuono V4, la naked da 1.000cc di derivazione RSV4, che si propone di fissare nuovi riferimenti nel segmento delle nude di grande cilindrata, magari affiancata ad una piccola replica stradale della fantastica RXV 550 Rally, che ha stupito tutti con un bellissimo podio nell’ultima edizione della Dakar. Una bicilindrica leggera infatti potrebbe rappresentare la soluzione giusta per quanti cercano una enduro vera, in grado di assicurare guidabilità e divertimento di guida anche nel fuoristrada più impegnativo ma al contempo capace anche di fornire un minimo di comfort e buone prestazioni nell’uso turistico e ad ampio raggio.

da www.motoblog.it
  
 

 
 
Honda VTR250 2011
   


STATISTICHE
Consultazioni: 5032
Risposte: 15
Autore: Der Bomber
Ancora novità 2011 targate Honda. Prendete il frontale della Hornet prima serie, una parte centrale simil-Monster e un posteriore quasi Yamaha SRX. Otterrete un mix tanto banale nell’estetica quanto sensato e intelligente, soprattutto se dentro quel telaio in traliccio di tubi c’è un bicilindrico a V da 250cc a 4 tempi ed il prezzo finale non supera i 5000€. Si chiama Honda VTR250 e non è sul nostro mercato, purtroppo.

La potenza è di 30CV, più che sufficienti per l’utilizzo cittadino a cui è dedicato questo modello, e sarebbe tranquillamente acquistabile dai neopatentati dotati di licenza A2, quella che si può conseguire a 18 anni. Il raffreddamento del propulsore è a liquido, e il peso totale è contenuto in 161kg.

Economica. In fase d’acquisto, d’impiego, di manutenzione. Versatile. In città e nei brevi spostamenti extraurbani. Sui mercati asiatici e sudamericani, la VTR250 ha un discreto successo, e si rinnova per il 2011 con nuove colorazioni. L’estetica semplice e non appariscente è un sicuro vantaggio nelle moto di questa categoria, e non escludiamo che in un periodo di crisi come questo, le piccole cilindrate cittadine potrebbero riscuotere un discreto successo anche in Italia. C’è un grande “forse” sul destino europeo di questo modello, continente che ha da sempre gradito più lo scooter per il commuting urbano.

da www.motoblog.it
  
 

 
 
Moto Guzzi Norge GT 8V MY 2010
   


STATISTICHE
Consultazioni: 2634
Risposte: 3
Autore: Der Bomber
E’ l’altra novità che arriva dallo scorso salone dell’Eicma, e che solo ora, con l’inaugurazione della nuova sede milanese di Piaggio, riceve il definitivo permesso di entrare in listino: Norge GT 8V, un nome inconfondibile che lascia intuire chiaramente l’adozione del nuovo motore otto valvole, già presente su Griso e 1200 Sport, ora adattato per la Gran Turismo di casa Moto Guzzi.

Ma l’evoluzione non riguarda solamente il reparto propulsivo, con una moltitudine di piccoli nuovi particolari che rinfrescano l’immagine della turisticona, dando una percezione della cura del dettaglio decisamente maggiore. Via i particolari cromati e argentati, sostituiti da elementi nero lucido, come i cerchi, e nero satinato come le piastre delle pedane o le maniglie passeggero.

I fari invece hanno il proiettore completamente chiaro, unificando lo stile rispetto al precedente modello proposto con parabola nera nella parte superiore. La nuova carena inferiore protegge meglio e consente l’adattamento più comodo del nuovo propulsore, la vera novità di questa versione: Grazie alle quattro valvole in più, si ha un incremento della coppia massima, fino a superiore a 113 Nm erogati a soli 5.800 giri/min e raggiunge agevolmente un picco di potenza superiore a 100 cavalli.

Il regime massimo di potenza sacrifica qualche cavallo rispetto alle sorelle più sportive, al fronte di una migliore distribuzione della coppia nell’arco di erogazione. Scelta più che sensata votata al comfort di guida, così come la nuova taratura delle sospensioni, dalla risposta più soft, e il nuovo cavalletto centrale, ridisegnato nel braccio per agevolare l’azionamento.

Anche la sella è passata per la revisione, abbassandosi fino a quota 800mm e garantendo un appoggio completo a terra alla maggior parte degli utenti. La nuova Moto Guzzi Norge GT 8V sarà disponibile da novembre al prezzo di € 15.220 (IVA inclusa, franco concessionario). Nel frattempo potrete ammirarla, a partire da domani, presso “Spazio Broletto 13“, la nuova boutique nel cuore di Milano che farà da specchio a tutte le novità del Gruppo Piaggio.

da www.motoblog.it
  
 

 
 
Triumph Tiger 800
   


STATISTICHE
Consultazioni: 1993
Risposte: 2
Autore: Der Bomber
Triumph Tiger 800. Ci siamo!
In Inghilterra sono pronti, i collaudatori della Triumph stanno ultimando i test in vista del lancio della nuova enduro stradale Tiger 800, che avverrà sicuramente entro l'anno (a Colonia in ottobre o a Milano nel mese di novembre).
Il collega Chris Newbigging, del sito MCN, ci mostra in anteprima le foto definitive della bella endurona, immortalata durante un collaudo in pista nel Leicestershire.

La Tiger fotografata impiega un cerchio anteriore da 19 pollici, ma è quasi certa anche la nascita di una versione con cerchio da 21" a raggi, più adatta all'offroad, che si preannuncia quale diretta e più agguerrita concorrente della BMW F800GS.

Ovviamente non è ancora dato sapersi come andrà su strada la "piccola" Tiger, ma a giudicare dalle parole del giornalista inglese, c'è da ben sperare. La moto ha girato in pista a medie decisamente elevate e, cosa assai più interessante, ha evidenziato un'ottima progressione in uscita di curva, segno che il tricilindrico di 800 centimetri cubici (derivato dal piccolo e prestante 675) vanta buoni valori di coppia già da basso regime. Come nella migliore tradizione Triumph.
Non vediamo l'ora di vedere e di provare la nuova Tiger, a giudicare dallo stadio dei prototipi dovrebbe mancare davvero poco al debutto ufficiale.
  
 

 
     
  Documento senza titolo
 
index.php?pos=&min=
 
     
  Documento senza titolo
news mercatino foto classifiche links
recensioni forum video risultati motoclub
itinerari gallery community piloti sponsor
 

Motopower a.s.d. - C.F.: 92010770185